lunedì 25 maggio 2009

Genoa e Toro un cuore solo... Ovvero: di gemellaggi e affini

Personalemente trovo i gemellaggi tra tifoserie una emerita cretinata sia per l'ambito in cui si collocano, sia per la genesi degli stessi.
Il mondo delle tifoserie calcistiche non gode, come dire, della mia stima (così come io immagino di non godere della sua :)) ), e non vedo quindi come in una relatà del genere si possa pensare a gemellaggi sociali, culturali su qualche ideale o valore. Inoltre le motivazioni che spingono a queste amicizie, sono talmente volubili che di fatto sminuiscono un eventuale gemellaggio già sul nascere. Due tifoserie si "gemellano" per l'odio comune verso un'altra tifoseria. Per un risultato favorevole in un determinato campionato che ha significato salvezza dell'una o promozione dell'altra. Perché tra le fila delle due squadre ha giocato uno stesso calciatore (meglio se morto prematuramente) che rappresenta quindi "una bandiera". Per molti altri motivi tra cui, a volte la fede politica... E qui proprio rabbrividisco anche solo a pensare che idee politiche possa portare avanti chi le manifesta in uno stadio.
Ieri è successo che a Torino si sia giocata la penultima del campionato di serie A stagione 2008/09. La partita era Torino Genoa finita 2 a 3 per il Grifone. La cosa che mi spinge a scrivere questo post è che le due tifoserie sono (erano?) gemellate da molti anni... Un gemellagio "storico e particolare" l'ho sentito definire in qualche servizio.
Se storico capisco voglia dire di lunga data, non capisco la qualifica di particolare... Mi andrò a documentare, e forse capirò.
Inoltre, sul virtuale mondo di Facebook, ieri sera ho aggiornato il mio stato così: "Paolo pensa al gemellaggio finito..."
Apriti cielo! Questa mattina oltre venti commenti a seguito di lite virtuale tra tifosi granata e rossoblu.
Alla fine, quello che io ho capito, è che a nessuno di loro importava un fico secco di questo gemellaggio, che i più non vedevano l'ora che finisse perché alla fine, forse, Genova e Torino non sono legate da chissà quali tradizioni o ragioni storiche e, come accade in ogni realtà italiana (e lasciatemi dire mondiale) ognuno guarda la sua relatà geografica e ne è geloso e fiero... Partendo da relatà geografiche grandi come nazioni (e allora troviamo il razzismo verso gli extracomunitari), per passare da geografie un po' più piccole come città (e a volte parliamo di razzismo verso i meridionali), fino ad arrivare a reltà grandi come quartieri (e allora continuiamo a parlare di ignoranza - giusto per essere chiari - e iniziamo a parlare di "tifo").
Il tifo calcistico, per come lo vedo io, è proprio questo: è l'ottuso, irrazionale, inspiegabile e inguaribile tifo per un qualcosa che alcuni definiscono storia, altri tradizione, altri città e chi più ne ha più ne metta.
Io non mi sento particolarmente attaccato ad una città (ve lo giuro) e andrei a vivere in una qualsiasi città tra le diverse che mi attirano, e non credo che sentirei la mancanza di una via, una strada o una piazza di Genova. Io "sfogo" l'innata necessità di avere radici nel Genoa.
In maniera pacata, sia chiaro, e sono da molti definito un finto tifoso perché non vado allo stadio, ma se quegli stessi leggessero ora queste righe, forse capirebbero quello che provo.
A noi serve avere dei punti fermi: sapere quali sono le cose che non cambieranno mai. Avere dei ricordi legati ad un qualcosa di tangibile, di reale, di presente. C'è chi guarda il mare (ma quel mare specifico) e si sente a casa. C'è chi passa per la via che faceva da bambino e si rassicura. C'è chi vede i colori della propria squadra del cuore e ci si riconosce!
Il tifo è questo e per me finisce qui... Non va oltre e non sfocia nella violenza, così come io mai mi menerei per la fontana di piazza De Ferrari, o per una buca in Via Boito.
Così come ci si sfotte perché a Torino c'è la nebbia e a Genova c'è sempre il sole, allo stesso modo si sfottono i ciclisti o i gobbacci. Ma è puro e semplice sfottò, innato nell'uomo e, almeno nelle mie idee, sano.
Detto tutto questo, e provato a spiegare il significato del tifo, vi rendete conto di quanto siano insensati i gemellaggi? Se davvero tutto è così irrazionale, di pancia e inspiegabile, come si può pensare che ci si metta d'accordo e tale accordo si mantenga negli anni?
E adesso qualcuno mi verrà anche a spiegare che se due squadre gemellate un'anno si giocano la salvezza in uno scontro diretto ci sta che se la giochino e tutti amici come prima (anzi, se vi conosco bene, mi direte anche che il gemelaggio sarà ancora più forte l'anno dopo). Che quello che ha fatto arrabbiare ieri è stata la mancanza di rispetto (???)...
Ragazzi? Vi state arrampicando sugli specchi!
Non cercate forme di merito o di dare importanza a un qualcosa che è stato, è e sempre sarà una becera necessità innata. Quella di avere radici e che queste radici siano tano forti e tanto robuste da farci sentire invincibili ed immortali.

Buon lunedì.

Paolino.

giovedì 21 maggio 2009

Adios Diego


E' di oggi l'ufficialità della cessione del Principe all'Inter.
La notizia era ormai scontata e mancavano solo le ufficializzazioni da parte della Società.
Leggo su www.PianetaGenoa1893.net che Milito si chiede se i tifosi genoani lo fischieranno.
Non so rispondere per tutti i tifosi, ma per me resterai sempre il Principe che ci ha fatto sognare, e da me non riceverai mai un fischio!
Adios Diego, y buena suerte!
Paolino.

mercoledì 20 maggio 2009

Io un po' mi vergogno davvero...

Leggo spesso il sito Repubblica.it ed è una delle pochissime finestre sull'attualità e sulla politica che ho. E' poco lo so, dovrei documentarmi di più e me lo dico sempre... Potrei, anzi dovrei, approfittare dei lunghi viaggi in treno per leggere quotidiani e aggiornarmi su ciò che succede nel mondo... Lo so, lo so.
Però almeno una volta al giorno navigo sul sito di Repubblica.
Oggi prendo in prestito un articolo di Ezio Mauro che mi è piaciuto particolarmente benché mi abbia fatto incazzare... Non è possibile che a capo del mondo ci siano certe persone e certe idee!
Io credo davvero che l'unica soluzione sarebbe che a capo del mondo non ci fosse nessuno... Io credo davvero che l'anarchia sia l'unica soluzione... A breve voglio scrivere in merito.

L'articolo che riporto lo trovate anche qui.

"IMMERSO fino al collo nello scandalo Mills, rispetto al quale le leggi ad personam lo hanno aiutato a fuggire la condanna ma non il disonore, impegnato a lottizzare in fretta e furia la Rai prima delle elezioni, ieri Silvio Berlusconi ha perso la testa insultando "Repubblica". E' successo quando Gianluca Luzi, il nostro notista politico, gli ha chiesto durante una conferenza stampa se e come avrebbe risposto alle dieci domande che gli abbiamo rivolto sul caso del "ciarpame politico" sollevato dalla moglie con la denuncia dei suoi metodi di selezione delle candidate, i suoi comportamenti da "malato" che "frequenta minorenni". "Vergognatevi", ha intimato il Presidente del Consiglio. Per aver colto le contraddizioni tra le sue versioni dei fatti e quelle degli altri protagonisti della vicenda? Per avergli chiesto di chiarirle? Per aver posto queste domande in pubblico? Per aver rotto il conformismo italiano che è l'altra faccia del cesarismo? O per non aver censurato la denuncia della moglie? Spiace per il premier ma le contraddizioni del potere e le domande che ne nascono sono lo spazio proprio del giornalismo. Che cosa intenda il Capo del governo quando dice che "se Repubblica cambiasse atteggiamento potremmo trovare un accordo" non è chiaro ma è impossibile. Non cerchiamo "accordi", ma trasparenza. E in ogni caso, non cambieremo atteggiamento anche perché l'imbarazzo di Berlusconi e la sua ira spingono a cercarne le ragioni, come deve fare un giornale. Il premier dovrà rassegnarsi. Non tutto in questo Paese è "arrangiabile", risolvibile con qualche patto oscuro. Se è capace di togliere le sue contraddizioni dal tavolo, lo faccia davanti ai cittadini. Altrimenti, continueremo a dire che non può farlo, e a chiedergli perché.

Per il resto il Presidente del Consiglio ripete la sua invettiva abituale: ora rivendica una dimensione privata, dopo che anche la sua Prima Comunione viene spacciata dai suoi giornali come volantino elettorale. E insiste sull'odio "politico" e l'invidia "personale", come se non fosse possibile la critica dei cittadini che non hanno bisogno di odiarlo e non si sognano nemmeno di invidiarlo, perché gli basta giudicarlo. "Gli italiani stanno con me, con me", ha urlato alla fine il premier. Intendendo che il numero dei consensi oltre al pieno diritto di governare gli conferisce anche l'immunità da critiche, osservazioni e domande. Non è così in nessun paese democratico, signor Presidente, s'informi, entrando finalmente in Occidente. Ma il fatto che lei lo pensi, per tappare la bocca ai giornali, ci fa davvero vergognare un po'."

martedì 12 maggio 2009

Record di ascolti



Ciao a tutti!
Ieri ho pubblicato un post "particolare" che ha fatto si che in due giorni (ieri e oggi) io abbia superato il massimo delle visite ricevute in un mese (e stiamo parlando del mese dei cinque giorni dal Cuoco Nero, mica pizza e fichi!!!).
Il motivo è facile (anche se mi sfuggono le dinamiche dei motori di ricerca), infatti cercando su Google la fantomatica società, il primo risultato che esce è il mio Blog!
Beh, bella scoperta... Solo che essendo questo effetto del tutto inaspettato, non ero pronto, e non credo di aver sfruttato al meglio questo "picco" di popolarità.
A questo punto mi chiedo: ma secondo voi, una minima percentuale di questi "visitatori occasionali" tornerà mai su queste pagine?
Lo scopriremo solo vivendo, come si dice in questi casi, ma quello che mi aspetto è un drastico calo delle visite a partire dai prossimi giorni...
Vorrà dire che rimedierò con qualche altra email di spam!!! :)
Un abbraccio a tutti.

P.

lunedì 11 maggio 2009

Odio i Lunedì

Belin, ma quanto era avanti Vasco quando scriveva "Lunedì"?

Anni luce, davvero! Ecco perché ancora oggi riempie li stadi... Perché è sempre stato avanti, e ancora oggi, a distanza di anni, è sempre più avanti... Ma questa è un'altra storia.

Io invece, senza troppa poesia, né talento, da un po' di tempo odio con tutto me stesso il lunedì!

Lo odio perché ho troppe cose a cui pensare e a cui dedicarmi ma la necessità mi costringe a farne altre... Anche questo è un altro discorso! La spinta per scrivere questo post, oggi mi viene da questa email ricevuta e catalogata come spam su Yahoo!... (P.S.: ma anche a voi capita di andare sempre a vedere che cosa il vostro provider ha catalogato come spam? Io si, sempre... Con l'idea, sempre di andare a verificare che qualche email vitale non sia stata catalogata, erroneamente, come spazzatura... Bah!).

Comunque, la email in questione è questa:

"Cari amici,
I nostri sondaggi hanno mostrato che 174 delle persone della Sua eta non sono contente delle proprie paghe mensili e desiderano aumentarle. Percio noi vorremmo offrirLe la possibilita di un lavoro a tempo parziale.

Per avere 162-466 euro alla settimana Lei dovra spendere 2-4 ore la settimana. Le occorrera un telefono di contatto preferibilmente cellulare, un computer ed una email. Se Lei legge queste righe, significa che Lei ha gia tutto per cominciare a lavorare.
Il reclutamento avverra fino a fine mese, per ora ci sono rimasti 74 posti vacanti nalla sua citta.
Questo e piu facilmente, richiede attenzione e precisione. Noi le offriremo la formazione e tutto il necessario per la collaborazione.
Da parte Sua non sono richiesti investimenti. Noi saremo felici di fornirle personalmente informazioni aggiuntive. Noi non utilizziamo programmi di risposta automatizzati ed ogni lettera la leggiamo e rispondiamo a stesso.Per accelerare la risposta, per favore scriva al nostro indirizzo email: Corine@aurora-conslat.com. Abbia l`accortezza di scrivere i seguenti Suoi dati: 1. Nome 2. Eta 3. Nazione Devo avvisarLa che la risposta potra seguire dopo qualche giorno per l`intasamento dei nostri server di posta, ma stia sicuro che la Sua lettera sara letta e otterra risposta.
Con impazienza aspetto la Sua risposta
Manager personale."

Ora io mi chiedo: ma come è possibile che ancora ci sia qualcuno che invia queste email???

Ma porca di quella Eva (mi perdonino le Eve del mondo) ma c'è davvero qualcuno che abbocca? Io vorrei davvero sapere che ritorno ha chi invia queste email! Ma c'è anche solo una risposta? Oppure è gente che non ha davvero niente da fare e si compiace di suscitare reazioni come la mia?

Davvero non mi capacito. In ogni caso, o voi che avete tempo da perdere, già che lo perdete, volete fare le cose per benino? Insomma!!!

"I nostri sondaggi hanno mostrato che 174 delle persone della Sua eta non sono contente delle proprie paghe mensili e desiderano aumentarle." Ma che sondaggio è? 174 persone su tutta la popolazione mondiale? Su che campione? Maledetti voi e a quando durante le lezioni di matematica pensavate ai fatti vostri!

"Percio noi vorremmo offrirLe la possibilita di un lavoro a tempo parziale." A tempo parziale... Mmmm interessante.

"Per avere 162-466 euro alla settimana Lei dovra spendere 2-4 ore la settimana. Le occorrera un telefono di contatto preferibilmente cellulare, un computer ed una email. Se Lei legge queste righe, significa che Lei ha gia tutto per cominciare a lavorare." Vi ringrazio per le maiuscole! Per la precisione: leggere la vostra maledetta email significa che ho PC e indirizzo email, sul tema disponibilità cellulare non ne sappiamo, al momento, nulla!

"Il reclutamento avverra fino a fine mese, per ora ci sono rimasti 74 posti vacanti nalla sua citta." E partiamo tutti per la guerra?

"Questo e piu facilmente, richiede attenzione e precisione." Non troppo chiara... Tante volte la grammatica ha la sua importanza... Non è che i pensieri proseguivano anche durante le ore di lettere?

"Da parte Sua non sono richiesti investimenti. Noi saremo felici di fornirle personalmente informazioni aggiuntive. Noi non utilizziamo programmi di risposta automatizzati ed ogni lettera la leggiamo e rispondiamo a stesso.Per accelerare la risposta, per favore scriva al nostro indirizzo email: Corine@aurora-conslat.com. Abbia l`accortezza di scrivere i seguenti Suoi dati: 1. Nome 2. Eta 3. Nazione Devo avvisarLa che la risposta potra seguire dopo qualche giorno per l`intasamento dei nostri server di posta, ma stia sicuro che la Sua lettera sara letta e otterra risposta." Io spero davvero che tale Corine sia vera, viva e vegeta... Lo spero perché almeno le mie maledizioni colpiranno una persona vera!!! Ma poi, scusate, ci sono "74 posti vacanti" nella mia città per questo entusiasmante lavoro e mi chiedete la nazione? Ma poi, davvero, perché mi chiedete questi dati? Vi prego, qualcuno mi spieghi il perché!!!

"Con impazienza aspetto la Sua risposta" Grazie ancora della maiuscola!!!

Buon lunedì a tutti, e che il cagotto colpisca Corine!

lunedì 4 maggio 2009

Influenza suina

Dopo quasi un mese di silenzio rieccomi qui a "sparar cazzate" come cantava il grande Guccio.
Sono passati gli entusiasmi gastronomici, questo meraviglioso Blog è tornato a contare poche visite al giorno di pochi affezionati che sentitamente ringrazio...

Poco fa ascoltando il telegiornale la mia attenzione è stata attirata da questa affermazione:
"migliaia di casi di influenza suina in tutto il mondo e ventitre morti".
Inoltre sono continui i servizi che parlano di persone che hanno contratto l'influenza e ne sono guariti.

Faccio ora una domanda, e spero che qualcuno degli affezionati di cui sopra mi sappia rispondere: qualcuno di voi sa quanti sono i morti nel mondo per influenza e su quanti casi?

Non è che per caso stiamo parlando di un ceppo di influenza come può essere "l'asiatica" o qualcosa di simile?

Io non sono un medico per cui perdonate eventuali castronerie, ma almeno sul mio Blog posso scrivere quello che voglio, no? Resta inteso che Voi potete allo stesso modo replicare come meglio credete.

Con affetto, Paolino.

Una morte dignitosa

Il problema è che l'hanno umanizzato. E in un periodo come questo dove i nemici sono sempre più evidenti e i cattivi sempre più cattivi...