venerdì 21 gennaio 2011

Alla fine

Con tutto quello che si sta sentendo in questi giorni sul nostro amato premier (ah, Babbo Natale, io ti devo ringraziare per la Kitchen Aid, il coltello in ceramica e perfino per il termometro da forno, però uno sforzo per il gradino....), con tutto quello che si sta sentendo, dicevo, sulle festine in casa del premier, mi sono trovato a pensare ad una cosa che non avrei mai ipotizzato.
E adesso arrivo al dunque... ma fatemi cincischiare un pochino...
Lele Mora ad esempio: da quello che si sente dire, questo personaggio fondamentalmente è un pappone procacciatore di giovani (a volte tanto giovani) ragazze per animare le feste a casa Berlusconi.
Proprio lui, proprio il Lele Mora che da molti perfino considerato un grande uomo dello spettacolo, uno che ci sa fare, che si sa muovere, uno che conosce i meccanismi... Il procuratore dei vip. Il Re Mida dello spettacolo.
L'idea che mi son fatto io è invece che sia semplicemente il procacciatore di Berlusconi pagato per portargli ragazze che in cambio di più o meno spinti servigi sessuali ricevono da Berlusconi il programma in prima, seconda, terza serata.
Insomma non è Mora che si sa muovere, è Berlusconi che ha la televisione (tutta) e la usa come moneta di scambio...
Vista così, gran parte del cosidetto mondo dello spettacolo, capite che mi va a perdere un po' di fascino?
Capite che se penso che quel culo o quelle tette (perché di questo si tratta) sono dietro quello schermo perché prima sono passate da Arcore, beh, un po' di fascino questo mondo lo perde?
Lo so, non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, ma la tentazione è forte...
E allora un po' mi schifa pensare che tutti i vari Lele Mora, Emili Fede, tronisti, veline, paperotte e fringuellini che sono strapagati e sono (purtroppo) una rappresentaza della cultura leggera italiana, altro non sono che un enorme bordello messo anche in bella mostra!

Alla fine, e arriviamo al dunque, mi trovo sorpreso a pensare che i meno peggio sono i calciatori!

Buon anno a tutti.

Una morte dignitosa

Il problema è che l'hanno umanizzato. E in un periodo come questo dove i nemici sono sempre più evidenti e i cattivi sempre più cattivi...