giovedì 10 dicembre 2009

Voglio

C'è una bellissima canzone di Roberto Vecchioni dal titolo Vorrei.
Più volte ho riflettuto sulla poesia della parola vorrei. E' romantica, fa sognare, è il sogno, la consolazione nei momenti tristi, è malinconica, è trasgressiva.
Ma oggi io non vorrei. Oggi voglio.
Voglio vivere di quello che mi piace fare.
Voglio che siate a migliaia a leggermi e voglio scrivere per vivere.
Voglio un posto dove inventare nuovi piatti.
Voglio una casa.
Voglio 77 milioni di euro.
Voglio pubblicare un libro.
Voglio che le mie idee siano discusse, commentate e criticate.
Voglio poter commentare qualsiasi notizia e voglio che i miei pensieri raggiungano milioni di persone.

E poi non voglio altro più di quello che ho già.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E' tutto molto bello... peccato per quei 77 milioni di euro .. stonano un po'.. eheh
è tornato camallo!

Paolino ha detto...

Bravo Camallo, mi mancavi e cominciavo a pensare tu non mi volessi più bene...
In che senso stonano? Da quando in qua io non sono un materialista?

Anonimo ha detto...

no, non va bene!! .. per me sei e devi rimanere il solito vecchio idealista romantico...
.. di cui leggere quando si ha voglia di evadere e sognare un po'..

Una morte dignitosa

Il problema è che l'hanno umanizzato. E in un periodo come questo dove i nemici sono sempre più evidenti e i cattivi sempre più cattivi...